Cosa pensano gli Italiani della sostenibilità?

Da un analisi IPSOS commissionata dal Salone della CSR e dell’innovazione sociale, su scala nazionale, si evidenzia come gli Italiani siano sempre più sensibili e consapevoli sui temi legati alla sostenibilità.

Il 65% degli italiani intervistati guardano alla sostenibilità con interesse, il restante rimane scettico o indifferente:

  • ci sono i sostenitori (10-15% del campione) che credono nella sostenibilità e nei suoi valori e agiscono di conseguenza,
  • abbiamo gli aperti (50%) che sono mediamente informati e attitudinalmente predisposti ad attivare comportamenti sostenibili.

A questi si affiancano gli scettici (16-20%), persone discretamente informate ma con scarsa attitudine a comportamenti sostenibili anche perché hanno il dubbio che l’enfasi su questi temi nasconda solo finalità commerciali; e gli indifferenti (15-18% del campione) che sono decisamente poco interessati all’argomento.

Dal 2014 sono aumentati del 65% gli italiani che dichiarano di conoscere il significato di sostenibilità. E che chiedono un impegno alle imprese, soprattutto nella comunicazione:

  • il 53% dei cittadini riconosce che negli ultimi tre anni l’attenzione delle aziende è cresciuta, in particolare verso l’ambiente,
  • il 76% della popolazione ritiene difficile capire quali imprese siano veramente sostenibili.

Gli elementi che le persone ritengono più efficaci per comprendere l’impegno delle imprese in sostenibilità è fornita in modo ampio dalla garanzia che deriva da terze parti, come nel caso delle certificazioni (considerate efficaci dal 42% del campione) o delle associazioni siano esse di consumatori, ambientaliste o umanitarie (considerate efficaci dal 35% del campione).

Le aziende, dal canto loro, per comunicare il proprio impegno, si affidano a strumenti quali il sito internet (utilizzato dal 50% delle organizzazioni) e il bilancio di sostenibilità (35%).

Il bilancio di sostenibilità, utilizzato dalle aziende può rispondere alle aspettative dei consumatori e risultare molto efficace per le imprese che desiderano comunicare all'interno e all'esterno gli impegni nei confronti della sostenibilità. Utilizzare il bilancio di sostenibilità racchiude due aspetti estremamente importanti legati alla fiducia del consumatore:

  1. come azienda dimostro trasparenza ed impegno nel comunicare ai miei portatori d'interesse gli impatti ambientali, sociali ed economici che ho sul territorio a me circostante,
  2. un ente terzo verifica che quanto comunicato dall'impresa, sia corrispondente a determinati parametri oggettivi.

 

La sfida, inoltre, è anche quella di riuscire a trasformare questi documenti estremamente statici in strumenti di comunicazione accattivanti e che possano contribuire a migliorare i comportamenti delle persone che leggeranno quel documento, legato a doppio filo con il proprio core business.