Il Calendario 2018 Lavazza mette in scena la sostenibilità

Il nuovo Calendario Lavazza 2018 è il primo megafono artistico a livello mondiale dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (Sustainable Development Goals, SDGs).

Li racconta attraverso l’impegno concreto di 17 ambasciatori della sostenibilità, ritratti dal fotografo Platon, uomini e donne impegnati a trasformare gli scarti alimentari in un pasto per i più poveri, una bottiglia di plastica in una fonte di luce democratica, a istruire i bambini, a insegnare un lavoro ai giovani disagiati e alle donne emarginate, a proteggere il mare e la biodiversità, ad affrontare i cambiamenti climatici, a battersi per un’economia della natura e della vita. 

E tu, che cosa stai facendo? Dallo chef Massimo Bottura all’attore statunitense Jeremy Renner. Dalla paladina degli oceani Alexandra Cousteau a Carlo Petrini, fondatore di Slow Food. Dal campione di tennis Andre Agassi fino a Jeffrey Sachs, Direttore del Network dell’Onu per lo Sviluppo Sostenibile, passando per l’ideatore della Blue Economy Gunter Pauli e per il co-fondatore di Rainforest Alliance Daniel Katz.

I 17 scatti fotografici di Platon sono ritratti che scrutano nell’anima dei 17 protagonisti e dentro ognuno di noi, ci mettono davanti alla domanda ineludibile - 2030 What Are You Doing? - e ci ricordano come il 2030 sia molto vicino, mentre la strada per raggiungere i 17 Goal sia ancora tutta in salita.

Così il Calendario Lavazza 2018 – da un progetto creativo dell’agenzia Armando Testa – è una chiamata alla responsabilità, prima di tutto individuale e poi collettiva. 

Francesca Lavazza, Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda spiega il perchè di questo progetto così ambizioso e perchè la scelta di interpretare la sostenibilità in chiave artistica con l'aiuto della fotografia:

La domanda che dà il titolo al Calendario Lavazza 2018 è diretta e volutamente provocatoria. Che cosa stai facendo? Tutti noi, cittadini, istituzioni politiche e sociali, aziende, siamo chiamati a rispondere e ad impegnarci per fare la differenza. I 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite sono, infatti, la strada da percorrere per salvaguardare il pianeta, ma il 2030 è sempre più vicino ed è quanto mai urgente l’attivazione di una contaminazione virtuosa di persone. 

Ecco perché abbiamo deciso di sostenere i 17 SDGs dell’Onu e di interpretarli per la prima volta in chiave artistica grazie a un maestro della fotografia contemporanea come Platon. Vogliamo rendere pop un impegno universale verso il 2030, diffondere e far conoscere in modo capillare le tematiche e i protagonisti: solo così potremo smuovere le persone, soprattutto i più giovani, a diventare i veri game changer del futuro. Vogliamo essere portatori di una rivoluzione positiva, ispirare e risvegliare il senso comune, essere noi stessi i rappresentanti del cambiamento che vogliamo vedere nel mondo.

 

Il contagio di responsabilità

 

Lavazza, attraverso un progetto di comunicazione integrata, darà visibilità tramite una campagna televisiva composta da 5 video stories ad alcuni ambasciatori della sostenibilità come Jeffrey e Sonia Sachs, Carlo Petrini, Alexandra Cousteau, Massimo Bottura e Andre Agassi. Inoltre, il Calendario Lavazza 2018 invita i cittadini, i rappresentanti delle istituzioni, le aziende e tutti i soggetti della società civile a conoscere e amplificare la portata dei i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite, fino al traguardo del 2030.

Da oggi – anche grazie alla collaborazione con ASviS – sarà possibile dichiarare il proprio impegno come ambasciatore della sostenibilità e contribuire al “contagio” di responsabilità sui canali social con l’hashtag #2030whatareUdoing. 

Qui trovate le 17 storie dei protagonisti del Calendario Lavazza.

Progetti così belli devono essere diffusi il più possibile! Condividi e usa l’hashtag #2030whatareUdoing!