Le migliori campagne di storytelling per comunicare gli obiettivi di sviluppo sostenibile (1/3)

La comunicazione della sostenibilità è per sua caratteristica, interattiva: deve avere due vie in un dialogo costante tra l'impresa e i suoi stakeholder. I social network in questo possono essere di fondamentale importanza. Alcuni Brand si sono impegnati nel comunicare al meglio il loro impegno nella sostenibilità anche con campagne di storytelling dedicate. 

Infatti sia i social che la sostenibilità hanno in comune alcune parole chiave: autenticità, trasparenza, senso di comunità, innvoazione e creatività.

Ecco perchè l'inglese Sustainly ogni anno redige il Big Brand Report, come i grandi brand comunicano la sostenibilità sui social network, quest'anno si è dedicata anche agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) e ha redatto una classifica dedicata alle migliori modalità di storytelling che le aziende hanno utilizzato per comunicare come sono riuscite ad identificarsi negli obiettivi dei 17 GDGs. In questo modo permettono anche ad altre aziende di capire come identificarsi con i GDGs.

Gli obiettivi globali non sono solo una road map per lo sviluppo sostenibile ma forniscono anche alle aziende un quadro per azioni sostenibili e di conseguenza, offrono autentiche possibilità di narrazione per acquisire fiducia e connettersi meglio con i bisogni della società civile. 

Nel Sustanily Trend Briefing vengono cosiderati i 17 obiettivi SDGs che corrispondono alle recenti iniziative e campagne di sostenibilità.

Tutti gli esempi scelti hanno avuto implicazioni nel mondo reale, cioè le aziende hanno sostenuto con le azioni le loro parole. Così facendo hanno creato degli storytelling credibili intorno a questioni che hanno sempre più un'influenza importante sulla società.

 

I primi cinque Brand per obittivi di sviluppo sostenibile (GDGs)

I primi cinque esempi di imprese a livello glovale che, per ciascun Obiettivo di Sviluppo Sostenibile hanno attivato dei progetti virtuosi.

 

Goal 1: Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo

 

Walmart - Empowering Women Together
Il programma "Empowering Women Together" di Walmart tenta di incrementare la posizione economica globale delle donne in un modo rispettoso e prezioso e quindi di contribuire ad affrontare la povertà nelle varie parti del mondo dove le donne sono i principali detentori del pane.

Il programma è semplice: Walmart offre ai suoi clienti l'opportunità di acquistare più di 200 prodotti provenienti da 19 aziende in nove paesi in tutto il mondo, ciascuna delle quali beneficia delle donne locali e delle loro comunità. Queste non sono imprese finanziate da Walmart, ma sono imprese già preesistenti che sono cresciute nelle loro regioni d'origine, guidate da donne che cercano cambiamenti per se stesse.

Il sito di acquisto online di Walmart fornisce una piattaforma globale per queste società, che vendono una varietà di prodotti tra cui gioielli, oggetti per la casa e giocattoli.

 

Goal 2: Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

 

ConAgra - Child Hunger Ends Here

ConAgra Foods,società americana attiva nel settore della produzione e vendita di generi alimentari, ha sostenuto gli sforzi per combattere la fame del bambino negli Stati Uniti dalla metà degli anni '90. In quel periodo, la società ha contribuito con più di 60 milioni di dollari per i principali anti-fame no-profit attraverso la sua fondazione.

Una campagna del 2013, Child Hunger Ends Here, mirava a mettere 3 milioni di pasti sul tavolo per bambini che hanno cibi insalubri.

I consumatori sono stati invitati a partecipare alla ricerca del puntale rosso su appositi contenitori alimentari ConAgra. Ogni pacchetto aveva un codice speciale che, una volta inserito in un sito web della campagna, portava ad un pasto che veniva donato a Feeding America - la più grande organizzazione di soccorso domestico negli Stati Uniti. La campagna è stata promossa attraverso un video pubblicato sui canali social e attraverso il blogging.

 

Goal 3: Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età

 

Aetna - Mindfulness

La sfida di Aetna, il terzo più grande assicuratore sanitario degli Stati Uniti, è stata quella di proporre 30 giorni di consapevolezza (# Mindful30) nel gennaio 2016 chiedendo l'aiuto dei blogger per condividere consigli e contribuire a creare un dibattito sull'importanza di un buon equilibrio mentale e sulle tecniche che si possono attuare per migliorarlo ogni giorno.

Un blog di Tumblr ha incluso i contributi dei blogger su un'intera gamma di aspetti di consapevolezza, che vanno dai rapporti al cibo, dai bagliori alla risata, dal respiro alla postura e dall'equilibrio tra lavoro e vita quotidiana.

 

Goal 4: Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti

 

Pearson - Project Literacy

Project Literacy è un ambizioso progetto della Pearson, casa editrice mondiale nell’education, di cinque anni volto a promuovere l'alfabetizzazione, compresa l'alfabetizzazione digitale, per affrontare la povertà globale.

Pearson ha creato una banca di idee online per le persone dedicata a suggerire le migliori soluzioni di alfabetizzazione digitale create nel mondo. Pearson ha quindi pianificato di "investire in nuove collaborazioni e azioni" sulle sfide di alfabetizzazione in discussione. Le idee sono molte e varie - dall'interno e dall'esterno, e da luoghi di tutto il mondo.

 

Goal 5: Raggiungere l’uguaglianza di genere, per l'empowerment di tutte le donne e le ragazze

 

Girls Who Code - Hire Me

Girls Who Code è un programma nazionale che intende chiudere il divario di genere nella tecnologia. Ha lo scopo di ispirare le ragazze a perseguire la scienza informatica fornendo loro modelli di persone reali e celebrità. 

Fondata nel 2012, le ragazze che programmano il codice ora forniscono educazione infomatica alle ragazze negli Stati Uniti - dando loro le competenze hard e soft necessarie per diventare i tecnici e gli ingegneri di domani.

La campagna "Hire Me" ha arruolato 60 datori di lavoro che si sono impegnati ad assumere laureati in uno stage o in un ruolo retribuito dopo aver completato la scuola superiore o una laurea. Le aziende che hanno firmato lo schema includono AT&T, Microsoft, IBM, Goldman Sachs e Facebook.

Qui è possibile scaricare la versione originale del documento in lingua inglese: QUI