Le storie vincitrici del primo contest di Storie di Economia Circolare

Il tema della prima edizione del Concorso “Storie di Economia Circolare” era proprio questo: raccontare le migliori storie che hanno saputo valorizzare e rendere tangibile il concetto di circular economy. 

Il concorso è stato voluto da Ecodom, il principale Consorzio italiano di gestione dei RAEE, insieme a CDCA, il primo Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia. 

Per riuscire a valorizzare al meglio l'economia circolare e chi la attua, si possono utilizzare diversi strumenti, tra cui concorsi per riuscire a trovare il migliore dei modi per narrare queste scelte tramite video, fotografia, radio e scrittura.

I vincitori sono stati scelti da una giuria tecnica di qualità dopo una fase di votazione on line conclusasi il 20 settembre. Tra 118 storie candidate, con oltre 17.000 accessi e decine di migliaia di voti, il web ha scelto 20 Storie di Economia Circolare, le prime 5 più votate di ogni singola categoria, passate direttamente alla fase finale. Nella seconda fase, la giuria tecnica di qualità ha individuato i lavori che meritavano di essere ancora in gara, fino a un massimo di tre ripescati per categoria.

Storie di Economia Circolare non è solo un Concorso ma una piattaforma web cove c’è un vero e proprio atlante della sostenibilità: è possibile leggere e osservare le esperienze delle realtà economiche e associative impegnate ad applicare, in Italia, i principi dell’economia circolare.

I quattro vincitori

 

Categoria Audio

K_Alma (Roma) falegnameria sociale nata nel 2016 che offre la possibilità ai richiedenti asilo di lavorare il legno per realizzare oggetti che vengono venduti a scuole, asili nido, associazioni e privati.

Categoria Video

The Circle, (Roma) un impianto idroponico che permette il contemporaneo allevamento delle carpe con un’agricoltura sostenibile: grazie a un sistema a ricircolo l’acqua delle vasche di allevamento viene raccolta, filtrata e depurata e usata per irrigare le radici dei vegetali contenuti all’interno di strutture verticali, interamente fuori suolo, per poi ritornare nella vasca di allevamento.

Categoria Foto

Panta Rei (Lago Trasimeno, Perugia), associazione no profit che ha realizzato un ecovillaggio completamente sostenibile utilizzando legno, terra cruda, sughero, paglia, pietra e canna di lago; ogni abitazione è biodegradabile ed è energeticamente autosufficiente grazie ai pannelli solari.

Categoria Scrittura

ReCup (Milano) associazione impegnata contro lo spreco alimentare attraverso il recupero e la redistribuzione del cibo invenduto, nei diversi mercati milanesi tra viale Papiniano e Lambrate.