Studio Vispa ed HelloFiemme per il progetto Economia Circolare in Val di Fiemme

Economia circolare in Val di Fiemme

Mercoledì 27 settembre 2017 prenderà avvio il primo progetto dedicato all'Economia Circolare in Val di Fiemme, finanziato grazie al Piano Giovani di Zona e dedicato ai ragazzi dai 15 ai 19 anni.

Studio Vispa collabora come Partner tecnico in merito ai contenuti legati all'economia circolare insieme al Team di HelloFiemme. 

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste l'economia circolare e il progetto che si vuole portare a compimento in Val di Fiemme.

 

Economia circolare

 

Secondo la definizione che ne dà la Ellen MacArthur Foundation, considerata tra le più accurate ed esaustive, l’economia circolare

è un termine generico per definire un’economia pensata per potersi rigenerare da sola. In un’economia circolare i flussi di materiali sono di due tipi: quelli biologici, in grado di essere reintegrati nella biosfera, e quelli tecnici, destinati a essere rivalorizzati senza entrare nella biosfera.

L’economia circolare è dunque un sistema in cui tutte le attività, a partire dall’estrazione e dalla produzione, sono organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun’altro. Nell’economia lineare, invece, terminato il consumo termina anche il ciclo del prodotto che diventa rifiuto, costringendo la catena economica a riprendere continuamente lo stesso schema: estrazione, produzione, consumo, smaltimento.

L'idea di economia cirocolare va oltre il ciclo del singolo prodotto, proponendo diverse strategie per riuscire a "chiudere il cerchio " che possono essere riassunte principalmente in:

  1. Filiera circolare
  2. Recupero, riciclo e upcycling
  3. Estensione della vita di un prodotto
  4. Sviluppo di piattaforme di condivisione
  5. Passaggio da prodotti e servizi

​Il Progetto si concentra sull'upcycling, metodo che possiamo definire come creazione di un nuovo ciclo della materia.

Per upcycling si intende l’utilizzo di materiali di scarto, destinati ad essere gettati, per creare nuovi oggetti con un valore maggiore del materiale originale, trasformandola di fatto in un materia prima seconda. 

Questo processo può avvenire in due modi specifici:

  • con un processo industriale che usa lo scarto per produrre nuovi prodotti di valore superiore,
  • con un processo crativo artigianale che prevede l'utilizzo di materie povere per scopi alti come design o arte.

 

Il concetto di upcycling è dunque ben definito e soprattutto ben distinto dal più consolidato termine recycling, che invece descrive un processo industriale di trasformazione del rifiuto.

 

Il progetto in Val di Fiemme

 

Partendo da questi concetti legati alle nuove linee di indirizzo della Comunità europea e il fermento in atto nel resto d’Italia legato a questa nuova visione dell’economia, la Valle di Fiemme risultano un ottimo territorio per portare all’attenzione questi temi che guideranno l’economia sostenibile del futuro.

La Val di Fiemme ha un tessuto socio-economico estremamente virtuoso nella gestione delle proprie risorse, sia in ambito pubblico che privato. Grazie ad un passato in cui il senso del limite era estremamente sentito, la popolazione ha permesso di salvaguardare un patrimonio naturale di pregio grazie anche alla Magnifica Comunità di Fiemme e alla gestione virtuosa dei boschi. Questa lungimiranza rischia però di risultare vana se non viene oggi compresa e valorizzata dal territorio stesso.

Il progetto "Economia circolare in Val di Fiemme" vuole quindi essere un momento di start-up per i temi legati all’economia circolare e raggiungere questi tre obiettivi:

  1. Conoscere un nuovo modo per creare valore nel rispetto dell’ambiente e delle risorse naturali

  2. Capire come alcune aziende virtuose della Val di Fiemme attuano già percorsi di economia circolare e renderti partecipe di questa nuova modalità per creare un nuovo modello di business

  3. Sperimentare facendo e creare innovazione sostenibile grazie a questo incontro tra la creatività tipica dei ragazzi e le necessità del mercato

​Le aziende che hanno fornito la loro disponibilità a partecipare al progetto sono: La Sportiva, Fiemme 3000 - Pavimenti in legno biocompatibili, BioEnergia Fiemme, Azienda Segagione Legnami della Magnifica Comunità di Fiemme e i ragazzi potranno sperimentare grazie ai laboratori di Enaip Trentino di Tesero cosa vuol dire creare un nuovo prodotto o servizio compatibile con i criteri dell'economia circolare.

Per seguire gli aggiornamenti vi consigliamo di seguire il sito web e la pagina Facebook di HelloFiemme.

 
Fonti:
"Che cosa è l'economia circolare" ed. Ambiente, di Emanuele Bompan e Ilaria Nicoletta Brambilla.
"Neomateriali nell'economia circolare" ed. Ambiente, a cura di Anna Pellizzari ed Emilio Genovesi.